martedì , 17 Settembre 2019
Home » Prima pagina » Maturità 2013: prova multidisciplinare, come svolgerla

Maturità 2013: prova multidisciplinare, come svolgerla

Gli esami di maturità 2013 hanno visto lo svolgimento della prima e seconda prova scritta.

maturita-terza-prova

Il 19 giugno i maturandi hanno svolto la prima prova scritta, il tema; il 20 giugno la seconda prova scritta, diversa da indirizzo ad indirizzo scolastico.
Lunedì 24 giugno ci sarà la  terza prova, la prova multidisciplinare.
Le domande riguardano diverse materie, e sarà la commissione a formulare le stesse per gli studenti.
Le domande prevedono diverse tipologia di risposta, la trattazione sintetica, i quesiti a risposta singola, i quesiti a risposta multipla, problemi scientifici a soluzione rapida, casi pratici, un progetto.
Il tempo per lo svolgimento della prova multidisciplinare è di tre ore.
Il punteggio più alto è 15/15. La sufficienza corrisponde a 10/15.
La prova multidisciplinare è molto temuta dagli studenti.
Dalle tre prove scritte si ottiene un massimo di 45 punti.

Come sarà la prova multidisciplinare:
le domande saranno stabilite dalla commissione esaminatrice, che sceglierà la tipologia di domande.
Possono essere nel complesso da 30 a 40 domande, da 10 a 15 quesiti a risposta singola, non più di due quesiti pratici; la trattazione sintetica, non più di due problemi scientifici a soluzione rapida.Un progetto.

Le materie vanno decise collegialmente entro oggi, venerdì 21 giugno 2013.
Il 24 giugno le commissioni predispongono il testo della terza prova scritta, ogni commissario deve formulare un numero almeno doppio rispetto alla tipologia scelta.
Le materie oggetto della terza prova non possono essere più di cinque dell’ultimo anno di corso e non meno di quattro.

La Trattazione sintetica     non più di 5 argomenti
I Quesiti a risposta singola     da 10 a 15
I  Quesiti a risposta multipla     da 30 a 40
Problemi scientifici a soluzione rapida     Non più di 2
Casi pratici e professionali     Non più di 2
Progetto
Se le tipologie b e c vengono utilizzate cumulativamente: quesiti a risposta singola Minimo 8,    quesiti a risposta multipla Minimi 16.
Negli Istituti di Arte la terza prova si può svolgere anche in due giorni.

Trattazione sintetica, tipologia A
Quesiti a risposta singola, Tipologia B
Quesiti a risposta multipla, Tipologia C
Problemi a soluzione rapida, Tipologia D
Casi pratici e professionali, Tipologia E
Sviluppo di progetti, Tipologia F
Solo le tipologie B e C possono coesistere all’interno della terza prova. Ogni tipologia di quesiti ha una sua griglia di valutazione.