domenica , 24 Gennaio 2021
Home » Cinema e TV » Al cinema il film postumo di Carlo Mazzacurati: La Sedia della Felicità

Al cinema il film postumo di Carlo Mazzacurati: La Sedia della Felicità

La-Sedia-della-felicità-Copia

La Sedia della Felicità è il delizioso film postumo diretto dal maestro padovano Carlo Mazzacurati. Come accade spesso nei suoi film, anche in questa pellicola il divertimento si accompagna a sensazioni di ‘deja vue’, in quanto non è difficile rispecchiarsi o incontrare similitudini con chi ci circonda nei personaggi descritti dalla sua fantasia. Fu così ne Il Toro e ne La Lingua del Santo e anche in questo movie ciò che traspare è una profonda ironia, la quale si accompagna ad un racconto vivo e fervido della realtà italiana.

La trama prende vita dalle vicende di un’estetista sull’orlo della crisi economica, privata della professione e alle prese con i creditori che le stanno svuotando lo studio di proprietà. Quando per caso viene a conoscenza di una sedie contenente un misterioso tesoro, inizia una ricerca movimentata e grottesca, alla quale partecipano molti personaggi ammaliati dalle future ricchezze.

La Sedia della Felicità desidera raccontare una realtà difficile, quella che l’Italia sta vivendo, ma al contempo vuole enfatizzare che ogni abitante del paese è accomunato dalle stesse volontà, aspettative e si comporta nello stesso identico modo, qualsiasi sia la sua provenienza geografica. Il cast è molto variopinto e accanto al prete Battiston, attore amico di Carlo Mazzacurati, incontriamo un ispirato Valerio Mastrandrea e una brava Isabella Ragonese. Una film che merita di essere visto per due ragioni, la prima è quella di sorridere delle manie e dei comportamenti degli italiani, il secondo è quello di rendere omaggio ad un maestro purtroppo scomparso prematuramente.



Guarda Anche

Leonardo Pieraccioni torna a Natale al cinema: esce Cenerentolo

Leonardo Pieraccioni torna, dal prossimo 7 dicembre, al cinema: Cenerentolo è il suo primo film in cui di romantico, in fondo, c'è ben poco.