venerdì , 15 Gennaio 2021
Home » Gossip » Rocco Siffredi: “Volevo morire”

Rocco Siffredi: “Volevo morire”

Una confessione  choc quella del porno divo Rocco Siffredi fatta a La Zanzara. La dipendenza estrema dal sesso lo ha portato tentare di schiantarsi con la macchina, “Volevo farla finita”.

Rocco Siffredi siamo abituati a vederlo sempre con il sorriso sornione, solare e piacente… lo sguardo di chi potrebbe raccontarne molte. Ma una recente intervista fatta al programma di Radio 24, La Zanzara, ha destato molto stupore. Il porno attore si è lasciato andare ad una confessione molto privata nella quale ha raccontato di aver provato il desiderio della morte più volte, pur di liberarsi dalla sua dipendenza.

Sì, la dipendenza è quella del sesso che lo ha portato a diventare un traditore seriale ai danni della moglie.
Prima dell’Isola ero tornato a fare quello che facevo prima. Ho passato giorni terribili e alla fine del 2014 mi volevo ammazzare, avevo ripreso la strada della dipendenza estrema dal sesso. Prendevo la macchina e andavo velocissimo, a 200 all’ora e dicevo: adesso mi schianto così non mi preoccupo più“.

E poi ha continuato dicendo, “Volevo farla finita. Andavo con chiunque e più schifosa era meglio era. Non mi divertivo neanche più. Ero arrivato a tal punto che mollavo mio figlio che chiedeva di stare insieme a me. Io gli dicevo che andavo in ufficio e invece andavo a sc..are. Lui si era abituato a non avere un padre“.

Un senso di colpa, nei confronti della sua famiglia, troppo grande da reggere. Tanto grande da indurlo a tentare di farla finita più volte correndo, inoltre, il rischio di rovinare la vita anche di chi in quel momento si trovava nella sua stessa strada.
Ora, da quanto ha detto lo stesso Rocco Siffredi, tutto è tornato nella normalità e tali pensieri e sensi di colpa non lo preoccupano più.



Guarda Anche

robin williams

Robin Williams e la sua morte: la moglie spiega cosa lo ha ucciso

Robin Williams si è suicidato lo scorso 11 agosto 2014, a soli 63 anni. Oggi, la vedova Susan Schneider ha spiegato cosa opprimeva il celebre attore.