mercoledì , 14 Ottobre 2020
Home » Cinema e TV » Fenomeno Minions: due milioni di spettatori al cinema

Fenomeno Minions: due milioni di spettatori al cinema

Dopo mesi di attesa finalmente i Minions sono sbarcati al cinema. Il prequel sugli omini gialli a forma di contenitore per le sorprese degli ovetti Kinder, è stato visto da due milioni di spettatori il giorno della prima. Se pensate che i Minions siano amati solo dai più piccini, vi sbagliate di grosso, perché in sala l’età media è di 25-30 anni.

I Minions sono stati lanciati dal film di animazione “Cattivissimo me” del 2010 che registrò degli incassi da paura, tanto da convincere i produttori a realizzare un sequel, anche questo molto apprezzato. Conosciuti come gli scagnozzi di Gru, la loro figura è contraddittoria perché hanno un cuore limpido e puro come quello di un bambino ma da sempre hanno cercato un “Capo” cattivo da servire. La colonna sonora del film dei Minions ha alcuni pezzi che hanno fatto la storia della musica anche se “Mellow yellow” di Donovan è il pezzo più azzeccato.

Nel film dei Minions c’è la voce di Alberto Angela che spiega la loro evoluzione e la loro comparsa coincide proprio con l’origine del mondo. Per millenni hanno cercato un padrone da servire, ma erano così sbadati che finivano per farlo fuori. Depressi e demotivati i Minions non sapevano più cosa fare quando uno di loro, Kevin, ha avuto la geniale idea di lasciare il villaggio che avevano costruito e di mettersi alla ricerca di un nuovo cattivo. Ad accompagnarlo il tenerissimo Bob e Stuart che sembra un adolescente in perenne lotta con il mondo. Il nostro racconto si ferma qui perché i Minions sono da vedere e quando scorrono i titoli di coda non alzatevi, perché ci sono dei contenuti extra molto divertenti.



Guarda Anche

Leonardo Pieraccioni torna a Natale al cinema: esce Cenerentolo

Leonardo Pieraccioni torna, dal prossimo 7 dicembre, al cinema: Cenerentolo è il suo primo film in cui di romantico, in fondo, c'è ben poco.