mercoledì , 16 gennaio 2019
Home » Cinema e TV » Robin Williams e la sua morte: la moglie spiega cosa lo ha ucciso
robin williams

Robin Williams e la sua morte: la moglie spiega cosa lo ha ucciso

Robin Williams non si è suicidato. Per lo meno, non nel pieno delle sue facoltà mentali. E’ questa la spiegazione che la vedova del compianto attore, Susan Schneider, si è data dopo il tragico episodio. E’ lei stessa a svelare le ragioni che avrebbero portato l’attore a compiere un gesto così disperato.

Robin Williams si è suicidato lo scorso 11 agosto 2014, impiccandosi brutalmente. Dopo varie congetture, ipotesi, idee e tanta cattiveria gratuita, la vedova dell’attore ha deciso di svelare ai fans la verità. Robin, infatti, soffriva di demenza a corpi di Lewy.

“La depressione era solo uno di circa 50 sintomi, uno dei più lievi – ha ammesso Susan alla rivista People – È stata la demenza a corpi di Lewy a prendersi la sua vita”. Robin, in sostanza, soffriva di una malattia degenerativa che trova i suoi principi nel morbo di Parkinson, ma che si dimostra con allucinazioni, disturbi mentali e demenza.

“Robin avrebbe potuto vivere forse altri tre anni se fosse stato fortunato. Ma sarebbero stati anni difficili, stava vivendo un incubo. Un minuto era totalmente lucido, quello dopo diceva qualcosa che non aveva senso … Ho pensato a cosa gli passava per la mente, a cosa gliel’ha fatto fare…Penso che così stesse dicendo: “No”. E per questo non lo biasimo nemmeno un po’.”

Al di là delle ipotesi, un grande attore (capace di farci ridere e, poco dopo, piangere) se n’è andato a soli 63 anni, e tutto il cinema ha pianto la sua dipartita.



Guarda Anche

Nina Moric ha tentato il suicidio

È di poche ore fa la notizia. Sabato notte la showgirl croata Nina Moric ha …