Home » Salute e Benessere » Miti da sfatare: Le tre regole giuste per conquistare la tua donna
conquistare donna

Miti da sfatare: Le tre regole giuste per conquistare la tua donna

“Prendi una donna, trattala male”
“Cerca di essere un tenero amante, ma fuori dal letto nessuna pietà”

Il Teorema di Marco Ferradini, canzone cult della musica italiana che racconta il suo teorema – appunto – per far innamorare una donna. Riadattata splendidamente dalla famosissima scena del film “Chiedimi se sono felice” di Aldo, Giovanni e Giacomo dove il piccolo del trio si mostra a disagio all’idea di approcciarsi ad una donna.

Dì la verità, quante volte ti sei sentito il “Giacomino” di turno?

Vediamo di capire insieme che cosa davvero devi fare per ingraziarti il cuore della tua amata. Anni di studio scientifico condensate in tre semplici regole su come conquistare una donna.

Prendi una donna e… Falla ridere!

Mai trattarla male, cominciamo a sfatare il primo mito. Sii più sottile e prendila un po’ in giro, quel tanto che basta per non prendersi troppo sul serio (sì, vale lo stesso anche per te). Ironia e soprattutto autoironia, sono una componente alla quale difficilmente si resiste. Dimostra arguzia ed intelligenza, senza dimenticare di essere perfetto e questo metterà a suo agio la tua lei.

Fuori dal letto abbi pietà: niente discorsi pomposi. Sii semplice.

Falle questa cortesia: non sfoggiare conoscenze pseudo-filosofiche sulla verità dell’esistenza e smettila di calarti nei panni dell’esperto conoscitore della fanta-politica internazionale. Serve solo a cantartela da solo, e pure male.
Non confonderla con “supercazzole” intricatissime (finalmente si può usare, vedi le ultime dell’Accademia della Crusca), fai vedere che sei intelligente e presente nel mondo senza esagerare. Deve solo innamorarsi, non farsi venire l’ansia.

Cerca di essere un… responsabile amante.

Risparmiale la teoria della convergenza astrale dell’amore a prima vista e le leggi astrofisiche del colpo di fulmine in corrispondenza dell’allineamento dei pianeti. L’amore è cosa semplice, fatto di piccole cose. Quelle devi raccontare, fai capire di essere una persona sensibile senza commuoverti ogni volta che vedi un delfino al tramonto. La sensibilità non è una scarica di glucosio devastante, ma quell’emotività che ti permette di creare un ponte tra il tuo ed il suo cuore.



Guarda Anche

ued gioco

Il casinò online piace anche al pubblico femminile: ecco i dati che lo confermano

I giochi del casinò sono una prerogativa più degli uomini o vengono praticati anche dalle …