martedì , 15 Ottobre 2019
Home » Prima pagina » In Italia donne più istruite ma meno occupate e pagate
lavoro uomini donne

In Italia donne più istruite ma meno occupate e pagate

Le donne, lo dicono chiaramente i numeri, sono più istruite ma meno pagate. Inoltre il mondo del lavoro vede le quote rosa correre più rischi in fatto di perdita del lavoro.

Secondo quanto si legge nel Rapporto Donne 2015, stilato da Manageritalia, negli ultimi dieci anni l’unica nota positiva è quella che mette in rilievo alcuni timidi segnali di ripresa nel settore dell’occupazione femminile con un + 6,2%. Ma il tasso di occupazione del gentil sesso è ancora decisamente basso se rapportato a quello degli uomini parliamo del 46,8 % rapportato a quello degli uomini che è invece del 64,7%.

Se consideriamo il livello di istruzione sono ancora i numeri a parlare chiaro, nella fattispecie quelli resi noti in una ricerca dall’Università Cusano secondo la quale le donne rappresentano il 58,9% di tutti i laureati italiani. Ogni 100 uomini che hanno conseguito la laurea si contano 155,8 donne nella stessa posizione. L’Italia risulta decima in Europa in questo ambito, al primo posto c’é la Lettonia dove ogni 100 laureati si contano 207 laureate, e all’ultimo posto l’Irlanda dove ogni 100 uomini sono 120 le donne ad essersi laureate.

Ad un anno dalla laurea è più elevata la percentuale di uomini che hanno trovato un lavoro stabile e, di fatto, percepiscono un stipendio maggiorato del 32% rispetto alle colleghe donne.
Ancora più complessa la situazione delle donne se sono anche mamme.
Dati alla mano trascorsi cinque anni dalla laurea è l’81% delle donne laureate senza figli a lavorare, mentre scende al 69% la percentuale delle donne con prole.
In linea generale con un figlio risulta occupato il 57,8% delle donne, con due il 50,9%, con tre é soltanto il 35,5 per cento delle donne ad avere un lavoro regolare.

Le donne, che per carattere sono più libere ed autosufficienti, hanno imparato con successo a fare più economia degli uomini. Una capacità innata ma anche una diretta conseguenza dello stipendio, in Europa infatti i corrispettivi in denaro percepiti dalle donne risultano più bassi del 16,4% rispetto a quelli degli uomini, anche a parità di ruolo professionale svolto.
In Italia nel 2014 la retribuzione lorda media è risultata pari a 29.891 euro per gli uomini, e a
27.890 euro per le donne.

Sensibile alle marcate differenze fra i due sessi nella realtà professionale MIOAssicuratore, comparatore assicurativo on line di ultima generazione, farà un gradito dono alle donne riservando loro un interessante sconto sulla sottoscrizione di un’assicurazione professionale.



Guarda Anche

gabriel garko tapiro

Gabriel Garko destinatario del Tapiro D’Oro! La sua fuga rocambolesca!

Gabriel Garko destinatario del Tapiro D’Oro di Striscia La Notizia! Per sfuggire al tapiroforo Valerio …