mercoledì , 20 settembre 2017
Home » Oroscopo » Cos’è la cartomanzia? Consigli per un consulto di lettura dei tarocchi.
cartomanzia

Cos’è la cartomanzia? Consigli per un consulto di lettura dei tarocchi.

La cartomanzia è un argomento che affascina molte persone. Vi siete mai chiesti, però, cos’è realmente la cartomanzia?

Il termine Cartomanzia rappresenta l’unione di due parole specifiche: carta e manteìa, ossia divinazione mediante le carte.
Pertanto, come potrete facilmente dedurre, la cartomanzia fa riferimento all’arte della divinazione, del predire il futuro e dell’indovinare accadimenti nel breve o nel lungo termine. Per scoprire cosa ci riserva il futuro, il cartomante fa uso dei tarocchi. Divinare, dunque, significa ottenere informazioni sull’immediato presente o sul futuro, facendo leva su una fonte o un’energia soprannaturale che ci concede l’accesso al mondo dell’avvenire e a tutti i fatti che lo denotano. Le carte divinatorie, dunque, sono la chiave d’accesso a questo universo in cui passato, presente e futuro si incontrano.

Certamente, è doveroso sottolineare che la cartomanzia non modifica gli eventi che ancora devono succedere. Il destino già è scritto: essa funge, semplicemente, da strumento per spiegare il presente e dare un’occhiata al futuro. Non solo: anche ad ascoltare le voci che sono nella nostra mente e che possono illuminare il nostro cammino, rendendolo più chiaro e comprensibile.  Il cartomante, inoltre, ha bisogno del suo tempo per poter prevedere il futuro, anche in base agli eventi passati. Concentrazione e riflessione sono le variabili che non possono mai mancare durante una consulto di cartomanzia.

Consigli per un consulto di cartomanzia

Senza calma e immersione totale della mente nella pratica di chiaroveggenza, non si otterrà un servizio serio e professionale (ricordiamo che è possibile ottenere consultare un abile cartomante a partire da 5 euro a consulto). Chi promette di leggere il futuro in pochi minuti, non offrirà quasi sicuramente una stesura di qualità.  Durante il consulto, infatti, il cartomante deve avere il modo di entrare in contatto con il consultante e di instaurare un feeling intenso e forte che non può durare meno di mezz’ora. Per questo motivo, possiamo definire la cartomanzia come un sistema di divinazione introspettiva, che parte da dentro.

Il futuro, dunque, viene estrapolato mediante il simbolismo di cui sono dotate le carte che suggeriscono alla persona che le consulta come muoversi per raggiungere gli obiettivi che si è prefissato. Ogni azione suggerita non è un obbligo: resterà al consultante decidere se mettere in atto i consigli ricevuti durante la seduta.  Per queste ragioni, i tarocchi rappresentano un mezzo per conoscere noi stessi, anche se lasciano libero arbitrio alla persona che potrà agire come meglio crede, ottenendo successi o prendendosi le conseguenze negative delle proprie decisioni.

In quest’ottica, è doveroso sottolineare il fatto che la cartomanzia, oltre a non modificare il destino di ciascuno di noi, non fa miracoli, non ha il potere di ottenere l’amore della persona che ci ha lasciato, non ha la facoltà di evitare disgrazie o eventi spiacevoli, come malattie, incidenti e non permette alle persone, come per magia, di ottenere perdono o di riappacificarsi con i propri cari.

Quello che dà la cartomanzia è un aiuto per sciogliere dubbi, uno sguardo verso il futuro e un sostegno per affrontare al meglio i timori della vita e combattere le paure, districando nodi mentali e ansie riguardo l’avvenire.



Guarda Anche

gabriel garko tapiro

Gabriel Garko destinatario del Tapiro D’Oro! La sua fuga rocambolesca!

Gabriel Garko destinatario del Tapiro D’Oro di Striscia La Notizia! Per sfuggire al tapiroforo Valerio …

Commenta con Facebook