venerdì , 21 luglio 2017
Home » La vita è tua, riprenditela
riprenditi la vita

La vita è tua, riprenditela

La vita ti appartiene, ti è stata donata e nessuno ha il diritto di portartela via, neanche te stesso. Prendi quindi in mano le redini della tua esistenza e grida al mondo: La vita è mia? E’ ora di riprendersela!

Non serve essere scienziati, la storia è costellata da situazioni nelle quali la vita di uno, mille, milioni di esseri umani è stata spazzata via senza un valido motivo. Quando senti che la vita ti sta scivolando dalle mani pensa a tutto questo, pensa a quante persone è stata strappata via senza che potessero far nulla. Invece noi, che viviamo in questo stato di apparente libertà, sembra quasi che cerchiamo intensamente di farcela portare via, non la semplice vita ma qualcosa di ancora più importante, l’esistenza, la libertà, il nostro io, il nostro ruolo in questo gioco conturbante che può diventare gioioso ma anche perfido, tutto in base alle nostre azioni e pensieri.

Riprenditi la vita, sei ancora in tempo

Non è mai troppo tardi per riprendersi la vita. E non è neanche così complicato come potrebbe sembrare. Le regole sono semplici, basta usare qualcosa di cui ognuno di noi è dotato: il buon senso. Cerchiamo di non farci condizionare dai luoghi comuni, dalle abitudini, dai dogmi, dalle istituzioni, da quel rumore di fondo che infesta la nostra giornata bombardandoci di informazioni che non portano nessun beneficio. Lasciamo perdere i consigli per gli acquisti, le notizie, i media, i social network che fanno di tutto per instradarci su binari precostruiti. Iniziamo a ragionare da un diverso punto di vista, il nostro.

A volte potrebbe essere necessario un aiuto esterno, un coach in grado di rimetterci in carreggiata per poi proseguire con le nostre gambe. Come Andrea D’Amico, autore del libro Riprenditela, un consulente esperto, specializzato nella risoluzione dei problemi affettivi, di relazione e di coppia. Un vero e proprio personal coach il cui scopo è aiutare le persone a riprendere in mano la propria vita.

Quando ognuno di noi nasce è dotato di tutti gli strumenti necessari per esercitare il pieno controllo della nostra vita. Se ci pensate bene l’apparente ingenuità dei bambini non è altro che una reminescenza di quello che dovrebbe essere il modo ideale di vivere. I bambini non hanno malizia, sanno perfettamente cosa vogliono e non hanno paura di chiedere. Purtroppo però succede che crescendo si inizia ad entrare in un meccanismo perverso che inevitabilmente ci condiziona, anche se lo fa in maniera subdola, mascherando i condizionamenti in potenziali desideri che mai e poi mai ci saremmo sognati di avere se non ci fossero stati inculcati giorno dopo giorno.

Bisognerebbe riavvicinarsi al nostro bambino interiore, presente in ognuno di noi ma sepolto sotto strati di condizionamenti sociali mascherati da usi e costumi. Riprendersi la vita significa proprio questo, tornare alla nostra antica essenza, libera da preconcetti e condizionamenti.

Volere e potere diceva qualcuno. E teniamo a ribadire questo concetto, nella consapevolezza che qualsiasi cosa ci è stata negata ce la possiamo riprendere.

  • La tua ragazza ti ha lasciato? Riprenditela!
  • Ti è stata tolta la libertà di azione? Riprenditela!
  • Tuo marito ti tradisce? Riconquistalo!
  • La vita ti rema contro? Fai di tutto per riprenderla in mano.

E’ tutto fattibile, basta solo la consapevolezza iniziale e tanta forza di volontà. Da oggi quindi ciò che devi gridare davanti allo specchio, ogni mattina è la seguente frase:

La vita mi appartiene. E’ il momento di riprendermela!